VINA

VINA sta per Validare le competenze acquisite informali e non formali ed è un progetto finanziato dall'UE sulla convalida delle competenze nell'educazione degli adulti.

Il consorzio di questo progetto è coordinato da EURO, un centro di ricerca italiano, e il resto delle organizzazioni partner sono dal Regno Unito (European Learning Network Ltd), la Repubblica ceca (Evropská rozvojová agentura s.r.o.), la Grecia (e-Compass) e la Polonia (Fundacja Instytut Rownowagi Spoleczno Ekonomicznej).

L'importanza per l'Europa di avere cittadini sia esperti che consapevoli non inizia e finisce con l'istruzione formale. Si estende anche all'apprendimento informale e non formale. I cittadini europei devono essere in grado di dimostrare le proprie competenze e conoscenze acquisite grazie all'istruzione informale e non formale e utilizzarle nella loro carriera e per una maggiore crescita professionale e personale.

Il primo principio europeo per la convalida dell'apprendimento informale e non formale pone l'individuo al centro del processo. Il processo di mettere in evidenza tutta la gamma di abilità e conoscenze dell'individuo viene svolto comunque in modo tale da rimanere volontario. Inoltre, i risultati della validazione rimangono patrimonio dell'individuo.

Un adulto che vuole convalidare le sue competenze acquisite attraverso l'apprendimento non formale e / o informale si trova di fronte a problemi legati alla mancanza di accesso a strumenti appropriati. Tuttavia questi strumenti esistono ma sono molto difficili da trovare e da implementare. Inoltre, alcuni degli strumenti individuati non garantiscono il riconoscimento dei risultati.

Al fine di affrontare questo problema il progetto VINA si rivolge ai seguenti gruppi:

Il Progetto VINA ed i Gruppi Target

  • Enti di Validazione (Publici o Privati)
  • Adulti che stanno pianificando la validazione
  • Istituzioni che stanno pianificando la validazione
  • Formatori / insegnanti che supportano l'apprendimento informale / non formale

Validazione delle competenze

Validazione significa rendere visibili le conoscenze e le capacità di un individuo. Di solito questa conoscenza viene acquisita al di fuori dell’istruzione formale e della formazione e spesso viene trascurata e ignorata. La convalida riguarda anche l’attribuzione di valore all’apprendimento degli individui, indipendentemente dal contesto in cui questo apprendimento ha avuto luogo. Passare attraverso la convalida aiuta chi apprende a “scambiare” i risultati dell’apprendimento non formale e informale con opportunità di apprendimento o di lavoro future. Il processo deve generare fiducia, in particolare dimostrando che i requisiti di affidabilità, validità e garanzia della qualità sono stati soddisfatti.

Gli obiettivi del progetto

L’obiettivo principale del progetto VINA è fornire alle persone e alle istituzioni un facile accesso al database open source di una vasta gamma di strumenti di convalida, informazioni e progetti incentrati sull’apprendimento informale e non formale. Attraverso il partenariato internazionale miriamo a scambiare buone pratiche e sostenere le persone in Europa grazie a uno strumento semplice da usare, che offre opportunità per rendere le loro competenze visibili e chiaramente validate. Consentendo una valutazione senza sforzo di una conoscenza e delle competenze acquisite attraverso l’apprendimento informale e non formale, rispondiamo agli obiettivi della strategia Europa 2020 migliorando la competitività delle persone, promuovendo una società più equa e sostenendo la mobilità sociale.

Il Database VINA

All’interno del nostro database è possibile trovare informazioni e strumenti sulla convalida dell’apprendimento informale e non formale. È inoltre possibile trovare progetti europei conclusi pertinenti  ed i loro risultati e connettersi con servizi e strumenti aggiuntivi di organizzazioni europee e internazionali. (link)

L’Analizzatore ROTA

Il ROTA utilizza algoritmi personalizzati che combinano i dati statistici del database e forniscono risultati utili. Utilizza inoltre ulteriori meccanismi statistici che aiutano a trarre conclusioni sugli strumenti più raccomandati, a scoprire le tendenze degli utenti durante le loro selezioni e valutazioni e aiutano le aziende a capire qualcosa in più sulle persone che sono interessate all’educazione informale e non formale (ad es.  usano sempre di più l’apprendimento mobile) (link)